Home
Chi siamo
Cosa sono le nanopatologie
Metodo di lavoro
Procedimenti
Casistica
Colon
Fegato e reni
Polmoni
Sangue
Sindrome dei Balcani
Uranio impoverito
Fonti d'inquinamento
Cibo
Inceneritori
Altro
Alimenti analizzati
Progetti
Calendario eventi
Pubblicazioni
Links
Contatti
Sentenza ADRIA
Nanoparticella di ferro
© Nanodiagnostics Srl - Nanoparticella di ferro

28 agosto 2006 - Per motivi di pura sopravvivenza, ci è impossibile da oggi eseguire indagini a titolo gratuito.
Per eventuali preventivi di spesa, rivolgersi a info@nanodiagnostics.it o telefonare al numero 059 798778
Nanodiagnostics Srl è un'azienda di consulenze scientifiche nei settori della medicina, dell'industria e dell'ecologia. L'attività principale è il rilevamento tramite una tecnica innovativa di microscopia elettronica ambientale di micro- e nanoparticelle inorganiche in qualsiasi mezzo (tessuti biologici, alimenti, farmaci, cosmetici, campioni ambientali, ecc.). Nanodiagnostics documenta l'assenza d'inquinanti micro e nanoparticolati negli alimenti, attribuendo il marchio "Particle free®"

L'indagine si avvale principalmente di un ESEM (Environmental Scanning Electron Microscope), cioè un microscopio elettronico a scansione ambientale, opportunamente modificato. Questa analisi offre la possibilità di osservare campioni biologici in "wet mode", vale a dire in condizioni di normale idratazione, a pressione atmosferica, senza la necessità di essiccarli e di renderli elettroconduttivi tramite una ricopertura di carbone oppure di metalli quali l'oro e il palladio.
Applicando protocolli da adattare ad ogni tipo di osservazione, una simile caratteristica consente di esaminare campioni biologici, comprese cellule vive, senza intaccarne l'integrità, e di ripetere l'osservazione ogni volta lo si desideri. Il principale obiettivo dell'indagine, l'individuazione di micro- e nano-particolato inorganico eventualmente contenuto nell'esemplare in studio, viene raggiunto senza alcun processamento del campione.

Una microanalisi a dispersione d'energia (EDS, cioè Energy Dispersive Spectroscopy) completa lo studio misurando l'energia caratteristica che i vari elementi costituenti il campione restituiscono sotto forma di radiazioni X dopo essere stati colpiti dal fascio elettronico emesso dall'ESEM e fornendo, così, la composizione chimica elementare del particolato rinvenuto. In questo modo è possibile individuare, fotografare, misurare e caratterizzare chimicamente il particolato inorganico di dimensioni nano e micrometriche eventualmente presente nel campione, in maniera non invasiva, non distruttiva e ripetibile, con la sola eccezione dei fluidi, spesso impossibili da recuperare.
L'indagine può essere svolta su campioni di origine biologica come biopsie, autopsie, liquidi organici o alimenti, ma è eseguibile anche su molti altri tipi di materiali quali, ad esempio, campioni ambientali, farmaci o cosmetici. Essendo l'oggetto principale dell'indagine di natura inorganica non biodegradabile, non ci sono difficoltà nell'individuare particolato del genere sia in campioni freschi sia in campioni d'archivio.

È disponibile nelle librerie il libro del Dott. Stefano Montanari "Il girone delle polveri sottili"clicca qui per acquistarlo.

È disponibile nelle librerie il DVD di Stefano Montanari "L'insidia delle polveri sottili" – editore Macro (ISBN 8875078941). Al DVD è accluso un libro.

È disponibile nelle librerie scientifiche il libro di Antonietta Gatti e Stefano Montanari "Nanopathology" - editore Pan Stanford (ISBN 10-9814241008).
Nanodiagnostics Srl
Via Enrico Fermi, 1/L - 41057 San Vito di Spilamberto (Modena)
Tel. 059 798778 - Fax 059 7579182 - P.IVA 02915440362
info@nanodiagnostics.it
[Italiano] - [English] - [Français]